LA NECROPOLI DEL LAUSCELLO

 

Scoperta nell’ estate del 1889 la necropoli del Lauscello localizzata in un sentiero all’ interno di una fitta macchia, ad ovest della via Cassia vi furono rinvenute quattordici sepolture già violate forse dai cercatori di tombe dell’ antica Roma.

La tipologia dei corredi è simile a quella già osservata nel ritrovamento di un'altra necropoli scoperta due anni prima sempre nei territori Castelgiorgesi, quella del Fattoraccio ambedue appartenenti all’ inizio del III secolo o fine IV.

Nel 1993 dopo il ritrovamento a cura del Gruppo Archeologico Alfina di Castel Giorgio di alcune nuove violazioni delle tombe suddette, la Soprintendenza Archeologica per  l’Umbria ha intrapreso

una nuova campagna di scavi.

Lo scavo, tuttora in corso ha permesso di ampliare la conoscenza sul livello sociale e culturale delle popolazioni ha cui appartengono le tombe scoperte,un popolo che si avviava verso l’ integrazione con i loro conquistatori i Romani.

 

 

 

        originale                                                                          ricostruzione virtuale